Mercati

Ogni lunedì scopri cosa succede sui mercati in 2 minuti!

16 settembre 2019

 

Fatti salienti

La Banca centrale europea (BCE) ha tagliato i tassi d'interesse per la prima volta dal 2016 e ha lanciato un nuovo programma di acquisto di titoli per sostenere la difficile crescita economica dell’eurozona. L’istituto di Francoforte ha tagliato il tasso di deposito di 10 punti base portandolo a un nuovo minimo record del -0,5% e riavvierà l’allentamento quantitativo a un ritmo di 20 miliardi di EUR al mese da novembre. La BCE ha dichiarato che i tassi dovrebbero rimanere “al livello attuale o scendere a livelli più bassi” fino a quando l’inflazione si porterà più vicino all'obiettivo di “inferiore ma vicino al 2%”, invocando una “debolezza più prolungata” dell’economia nell’eurozona e la persistenza di rischi di ribasso importanti.

Notizie dal mondo

Il premier britannico Boris Johnson ha sospeso il Parlamento fino al 14 ottobre ma è stato costretto a difendere la sua decisione giudicata “illegittima” dalla Court of Session di Edimburgo, il tribunale d'appello scozzese. La Corte Suprema ascolterà Johnson in appello questa settimana, il che significa che il Parlamento potrebbe potenzialmente essere richiamato. Il governo ha pubblicato la sua valutazione dello scenario peggiore dell’impatto di una Brexit senza accordo dopo il voto dei parlamentari britannici, che si sono espressi contro la decisione del primo ministro, il quale ha incassato anche un secondo no del Parlamento alla sua mozione per la convocazione di elezioni anticipate. 

 

Il numero sotto i riflettori

16: la Cina ha tolto i dazi sull'importazione di 16 tipi di prodotti statunitensi in vista della ripresa delle trattative commerciali tra i due paesi. Il Presidente USA Donald Trump ha in cambio rinviato l’aumento dei dazi su 250 miliardi di USD di merci cinesi per due settimana come “gesto di buona volontà”. Nel frattempo da nuovi dati emerge che le esportazioni cinesi sono scese dell’1% ad agosto in seguito al rallentamento delle consegne verso gli Stati Uniti. La guerra commerciale ha inoltre penalizzato la Germania, dipendente dalle esportazioni, la quale, secondo l'ultimo rapporto dell’Ifo, l'istituto tedesco di ricerca economica, dovrebbe entrare in recessione nel terzo trimestre.

 

La parola della settimana

Zombie company: una società quotata in perdita che continua ad operare solo tramite il continuo rifinanziamento del proprio debito.

 

Prossimamente

L’attenzione sarà rivolta alle decisioni sui tagli dei tassi d'interesse previste questa settimana, e più precisamente mercoledì per la Fed e giovedì per la Banca d’Inghilterra e la Banca del Giappone. Martedì verrà invece pubblicato l’indice ESI che misura la fiducia nelle prospettive dell’economia nell’eurozona. Mercoledì, le pubblicazioni dei dati riguarderanno inoltre le esportazioni e importazioni giapponesi nonché l'inflazione nell’eurozona e nel Regno Unito, seguiti venerdì dai dati sull’inflazione giapponese e dall’indice dei prezzi alla produzione (PPI) tedesco.

Approfondimenti

 

Non solo finanza!

Oltre ai temi legati ai mercati e alle diverse classi di attivo, per poter investire in modo attivo, a lungo termine e responsabilmente, è importante capire quali sono i trend che stanno ridisegnando il nostro mondo. Scopri la nostra sezione speciale, Tomorrow Augmented!