“Pandemic bond”: cosa sono le obbligazioni legate al Coronavirus

Emesse dalla Banca Mondiale nel 2017, le “obbligazioni pandemia” sono diventate di grande attualità con il Covid-19. Vediamo come funzionano questi particolari strumenti finanziari.

Leggi l'articolo

Ogni lunedì scopri cosa succede sui mercati in 2 minuti!

06 luglio 2020

 

Fatti salienti

A giugno i mercati hanno messo a segno performance positive, iniziando luglio con il piede giusto, in seguito a un continuo dissiparsi dei timori riguardanti la diffusione del virus, grazie alle speranze di un vaccino e al proseguimento delle misure di stimolo[1]. Il capo economista della Banca d’Inghilterra, Andy Haldane, ha dichiarato che la ripresa dell’economia mondiale è arrivata “prima e più rapidamente” rispetto alle previsioni delle BoE, anche se queste erano particolarmente pessimistiche. Il PIL del Regno Unito si è tuttavia contratto del 2,2% nel primo trimestre, registrando il calo più significativo degli ultimi 41 anni, ma il peggio arriverà con il secondo trimestre. Parallelamente, nel corso del mese di giugno, gli USA hanno creato un numero record di posti di lavoro in seguito alla ripresa dell’attività economica, sebbene i casi di coronavirus siano aumentati.

[1] MSCI World NR in dollari USA. Fonte: FactSet, dati al 2 luglio 2020.

 

Notizie dal mondo

A giugno è proseguito il miglioramento dell’attività economica mondiale, secondo le ultime indagini per l’elaborazione dell’indice dei direttori agli acquisti (PMI). Il settore dei servizi cinese ha registrato un incremento al ritmo più rapido del decennio: l’indice PMI dei servizi Caixin/Markit è passato da 55 a 58,4 a giugno, mentre quello composito, che include anche il settore manifatturiero, ha raggiunto 55,7 da 54,5 a maggio. L’indice PMI composito dell’eurozona è in rialzo, toccando a giugno 48,5 (da 31,9 di maggio), così come quello del Regno Unito (a 47,7 da 30 del mese precedente), sebbene entrambi continuino ad essere sotto quota 50, il che indica espansione.

 

Il numero sotto i riflettori

1.788,96 $. Mercoledì scorso i prezzi dell’oro sono aumentati ai massimi degli ultimi otto anni, in seguito a un picco del numero di nuovi casi di coronavirus e alle tensioni in corso tra Stati Uniti e Cina che hanno sostenuto la domanda di quelli che sono considerati beni rifugio. I prezzi spot dell’oro sono aumentati a 1.788,96 $ durante gli scambi infragiornalieri, toccando così i più alti livelli da ottobre 2012. Dagli ultimi verbali del comitato di politica monetaria della Fed (FOMC) emerge l’intenzione dei responsabili delle politiche di continuare l’allentamento monetario, decisione che peserà probabilmente sul dollaro USA (un biglietto verde più debole sostiene solitamente le quotazioni dell’oro).

 

La parola della settimana

Convessità. La convessità misura i cambiamenti della duration (sensibilità del titolo alle oscillazioni dei tassi di interesse) di un’obbligazione in caso di variazione dei rendimenti. La duration e la convessità possono, insieme, aiutare gli investitori a comprendere l’andamento di un’obbligazione o un portafoglio in risposta alle fluttuazioni del tasso di interesse.

 

Prossimamente

Per lunedì è prevista la pubblicazione dei dati sulle vendite al dettaglio dell’eurozona, nonché di quelli relativi ai servizi e all'indice PMI composito per il mese di giugno negli Stati Uniti. Giovedì la Cina comunicherà i dati sull’inflazione, la Germania quelli sulla bilancia commerciale e il Giappone i dati sugli ordini di macchinari relativi al mese di maggio. Venerdì sarà pubblicato l’indice dei prezzi alla produzione statunitense per il mese di giugno.

Approfondimenti

 

Non solo finanza!

Oltre ai temi legati ai mercati e alle diverse classi di attivo, per poter investire in modo attivo, a lungo termine e responsabilmente, è importante capire quali sono i trend che stanno ridisegnando il nostro mondo. Scopri la nostra sezione speciale, Tomorrow Augmented!