Ogni lunedì scopri cosa succede sui mercati in 2 minuti!

9 dicembre  2019

 

Fatti salienti

La scorsa settimana si è assistito a un’escalation della guerra commerciale. Donald Trump ha infatti affermato di essere pronto a tassare le importazioni di acciaio e alluminio provenienti da Brasile e Argentina e lasciato intendere che l’imposizione di nuovi dazi sulla Francia è un’ipotesi sempre più concreta. Il presidente statunitense ha precisato che le deboli valute dei paesi sudamericani non permettono ai produttori di alimenti a stelle e strisce di competere ad armi pari. Nel frattempo, la Casa Bianca ha alzato il tiro contro la Francia. A seguito della possibile introduzione di un’imposta sui servizi digitali che, tra gli altri, andrebbe a colpire le grandi società tecnologiche americane, sono stati proposti dazi per $ 2,4 miliardi su merci transalpine come formaggio, champagne e borse.

 

Notizie dal mondo

A ottobre la produzione industriale tedesca è inaspettatamente calata dell’1,7% su base mensile, a dispetto di previsioni che indicavano una progressione dello 0,1%. Sono pertanto riemersi i timori di una recessione nella maggiore economia dell’eurozona. Stando all’ultima stima del PIL per la regione europea, l’economia francese è cresciuta dello 0,3% nel terzo trimestre, sopravanzando quella tedesca (+0,1%). La Francia ha sovvertito le previsioni di un rallentamento grazie a un nuovo pacchetto di stimoli lanciato dal governo nazionale. Nel complesso, l’eurozona ha registrato un’espansione dello 0,2%, valore in linea con quello del trimestre precedente.

 

Il numero sotto i riflettori

$ 9,4 miliardi: In base ai dati pubblicati da Adobe Analytics, nel 2019 le vendite del lunedì cibernetico hanno raggiunto quota $ 9,4 miliardi, segnando un rialzo del 19,7% rispetto allo scorso anno. L’importo totale si è impennato a tarda notte, quando sono stati spesi online $ 2,9 miliardi in appena quattro ore. Oltre a una maggiore quantità di articoli, quest’anno gli acquirenti hanno comprato prodotti più costosi rispetto al 2018, tra cui console di gioco, televisioni e giocattoli. Inoltre, le vendite del Black Friday si sono attestate a $ 5,4 miliardi, in aumento del 22,3% rispetto a un anno fa.

 

La parola della settimana

Carry trade: una strategia di negoziazione che consiste nel contrarre prestiti a ridotti tassi d’interesse per acquistare un attivo a maggiore rendimento e guadagnare dalla differenza. Sui mercati dei cambi, il 2019 è stato dominato dalle strategie di carry, ossia prendere in prestito una valuta a minore rendimento per investire in un’altra con un rendimento più alto. Tale tendenza è destinata a continuare anche il prossimo anno.

 

Prossimamente

Tra i dati economici che giungeranno martedì vi sono gli indici dei prezzi alla produzione per Cina e Giappone, nonché le statistiche sull’inflazione cinesi. Lo stesso giorno la Banca d’Inghilterra pubblicherà la Relazione sulla stabilità finanziaria. La Federal Reserve statunitense annuncerà mercoledì la sua ultima decisione sui tassi d’interesse, seguita giovedì dalla Banca centrale europea. Sempre giovedì i riflettori saranno puntati sul Regno Unito, dove si terranno le elezioni politiche. Venerdì sarà infine svelata la produzione industriale giapponese.

Approfondimenti

 

Non solo finanza!

Oltre ai temi legati ai mercati e alle diverse classi di attivo, per poter investire in modo attivo, a lungo termine e responsabilmente, è importante capire quali sono i trend che stanno ridisegnando il nostro mondo. Scopri la nostra sezione speciale, Tomorrow Augmented!