Viaggio nel mondo dei tassi a zero

Le conseguenze sulle nostre pensioni (e come uscirne)

Leggi l'articolo

Ogni lunedì scopri cosa succede sui mercati in 2 minuti!

10 febbraio  2020

 

Fatti salienti

Le speranze che l’economia globale possa evitare danni significativi causati dal coronavirus hanno sostenuto la scorsa settimana le azioni di tutto il mondo, con alcuni indici, tra cui l’S&P 500, che hanno toccato massimi storici. La settimana si è aperta con l’indice Shanghai Composite che ha ceduto circa l’8%, la flessione giornaliera più marcata da quasi quattro anni. Tuttavia, il sentiment è stato sospinto dalla notizia che la Cina dimezzerà i dazi introdotti lo scorso anno su alcuni prodotti americani e da dati economici più solidi sia in Europa che negli Stati Uniti.

Notizie dal mondo

Secondo il più recente indice dei direttori agli acquisti (PMI), a gennaio l’attività economica dell’eurozona è cresciuta, attestandosi sul valore più alto da cinque mesi. L’indice composito, che include il settore manifatturiero e quello dei servizi, è passato dal 50,9 di dicembre al 51,3 di gennaio. Nel frattempo, gli ordini industriali tedeschi hanno registrato la maggiore contrazione da oltre un decennio (-2,1% su base mensile), smentendo le previsioni di una crescita (+0,6%) formulate dagli analisti.

 

Il numero sotto i riflettori

2035: Il Regno Unito anticiperà dal 2040 al 2035 il divieto di vendere nuove autovetture a benzina, diesel o ibride per contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico. Secondo gli esperti, la precedente scadenza non avrebbe infatti permesso di centrare l’obiettivo di un’economia a zero emissioni entro il 2050. Se il divieto dovesse entrare in vigore, i consumatori potranno acquistare soltanto nuovi veicoli elettrici e a idrogeno. I governi irlandese e danese hanno annunciato misure analoghe per il 2030.

La parola della settimana

Stato dell’Unione: un discorso di apertura pronunciato annualmente dal Presidente degli Stati Uniti al Congresso, nel quale illustra il programma per i prossimi dodici mesi e mette in risalto i traguardi raggiunti. Nel suo intervento della scorsa settimana, il presidente Donald Trump ha affermato con evidente compiacimento che l’economia USA “non è mai stata così solida”, senza però menzionare il processo di impeachment per abuso di potere e ostruzione del Congresso, conclusosi mercoledì con una sua assoluzione. Al termine del discorso, la portavoce democratica della Camera Nancy Pelosi è stata vista strappare le pagine con le parole di Trump.

 

Prossimamente

Martedì saranno pubblicati i dati preliminari sulla crescita del PIL britannico per il quarto trimestre (T4). Mercoledì saranno invece rivelati, tra gli altri, la produzione industriale dell’eurozona e l’indice dei prezzi alla produzione giapponese. Le statistiche sull’inflazione e quelle sulla produzione industriale degli Stati Uniti giungeranno rispettivamente giovedì e venerdì. Venerdì sarà inoltre resa nota la crescita preliminare del PIL per il T4 di eurozona e Germania.

Approfondimenti

 

Non solo finanza!

Oltre ai temi legati ai mercati e alle diverse classi di attivo, per poter investire in modo attivo, a lungo termine e responsabilmente, è importante capire quali sono i trend che stanno ridisegnando il nostro mondo. Scopri la nostra sezione speciale, Tomorrow Augmented!